21 dicembre 2014 6:57 pm • Pubblicato da Lascia il tuo commento

L’uomo che ha fatto sorridere la gente.

"Circondati da alcune delle migliori teste nel tuo campo e sei destinato ad avere successo" Professor Per-Ingvar Brånemark, padre della moderna implantologia.

Prof. Branemark

Prof. Branemark Padre della moderna Implantologia

La maggior parte delle persone, se non la quasi totalità, non conosce questo Medico svedese di 85 anni scomparso il 20 dicembre 2014.

Gli studi del Prof. Brånemark a metà del XX secolo portarono alla scoperta che il titanio non solo era tollerato dal corpo umano ma anche poteva integrarsi nell’osso.

Nel 1950 stava studiando la circolazione del sangue utilizzando un piccolo microscopio ottico che era inserito in un pezzo di titanio innestato nell’osso della gamba di un coniglio. Quando, dopo un po’ di tempo, cercò di rimuovere il dispositivo in titanio, scoprì che questo era perfettamente saldato nell’osso.

Proseguì gli studi sul microcircolo sanguigno innestando gli stessi dispositivi nelle braccia di 20 studenti osservando che non c’erano segni di rigetto del titanio da parte dell’osso in cui erano inseriti.

A questo punto ebbe l’intuizione e investigò la capacità del corpo di tollerare il titanio, creò un gruppo di dentisti, medici, biologi, ingegneri ed esperti di metallurgia che svilupparono i primi impianti in titanio.

Affrontò lo scetticismo della comunità scientifica ma non si arrese e nel 1965 Gösta Larsson fu il primo paziente cui furono inseriti 4 impianti in titanio cui erano agganciati dei denti.

Questi impianti rimasero inalterati per 40 anni, fino alla morte del paziente.

Grazie all’intuizione del Prof. Brånemark, che appartiene ormai all’Eternità,  centinaia di milioni di persone hanno potuto mangiare, sorridere, parlare. Altrettanti nel futuro gli saranno grati.

Leggi l’articolo completo su Nobel Biocare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *