24 gennaio 2016 3:47 pm • Pubblicato da 1 Commento

730 precompilato. Istruzioni per il paziente.

Dal 2015 ogni studio dentistico ha l'obbligo di inviare all'Agenzia delle Entrate gli estremi di tutte le fatture relative alle spese odontoiatriche dei pazienti. Ti spieghiamo come funziona.

adeCon la pubblicazione del Decreto del 31 Luglio 2015 pubblicato sulla G. U. del 11/8 u.s. “Specifiche tecniche e modalità operative relative alla trasmissione telematica delle spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria, da rendere disponibili all’Agenzia delle entrate per la dichiarazione dei redditi precompilata” diventa operativo l’obbligo da parte di tutti i medici ed odontoiatri di trasmettere con procedure informatiche i dati di ogni parcella sanitaria emessa al “Sistema Tessera Sanitaria” per consentire poi all’Agenzia delle Entrate di inviare al contribuente il 730 precompilato, contenente anche le spese mediche sostenute durante l’anno.

A partire dal 2016 per ogni parcella si dovrà:

– chiedere oralmente al paziente se vuole che vengano trasmessi i dati della sua parcella;

  • annotare per iscritto l’eventuale rifiuto ed in caso contrario trasmettere.

Per quanto riguarda le fatture emesse a partire dal 1 gennaio 2016 ciascun paziente può esercitare la propria opposizione a rendere disponibili, all’Agenzia delle Entrate, i dati relativi alle spese sanitarie per l’elaborazione del 730 precompilato.

L’opposizione all’utilizzo dei dati delle spese sanitarie e dei rimborsi può essere esercitata direttamente dal paziente che abbia compiuto i sedici anni d’età. Se il paziente non ha compiuto i sedici anni d’età o è incapace d’agire l’opposizione viene effettuata per suo conto dal rappresentante o tutore.

Il paziente, all’atto di emissione della fattura può opporsi all’invio “chiedendo oralmente al medico o alla struttura sanitaria l’annotazione dell’opposizione sul documento fiscale. L’informazione di tale opposizione deve essere conservata anche dal medico/struttura sanitaria” (art. 3 D.M. 31/07/2015).

In tal caso, i dati non andranno trasmessi e si deve apporre su entrambe le copie delle fatture emesse (sia quella da rilasciare al paziente, sia quella conservata in studio) l’annotazione, anche attraverso un timbro. A titolo indicativo si consiglia la seguente dicitura:

“FATTURA NON TRASMESSA AL SISTEMA TESSERA SANITARIA AI FINI DELLA PREDISPOSIZIONE DEL 730 PRECOMPILATO, PER OPPOSIZIONE DELL’ASSISTITO AI SENSI DELL’ART. 3 D.M. 31/07/2015 E DELL’ART. 7 D.LGS. N.196/2003 E SS.MM.II.”


 

Dott. Massimiliano Lombardo

Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia

Centro FACE

Dott. Massimiliano Lombardo Specialista in Ortognatodonzia Centro FACE Tx

• Categoria: • • 1 Commento

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *